Le Dimore del Quartetto

SIAMO MUSICISTI

Le Dimore del Quartetto è un’impresa culturale creativa che valorizza la musica da camera e il patrimonio culturale europeo, in una economia circolare.

Gli ensemble che fanno parte dela rete sono formazioni stabili, provenienti da tutto il mondo: quartetti d’archi, trii d’archi, quartetti e trii con pianoforte, selezionati dal direttore artistico de Le Dimore del Quartetto  Simone Gramaglia, viola del Quartetto di Cremona.

Clicca il pulsante qui sotto per leggere il regolamento riguardante l’adesione alla rete

i benefici di fare parte della rete de le dimore del quartetto

Le Dimore del Quartetto offre una vasta gamma di opportunità e benefici ai quartetti e trii della rete, che vanno dalla formazione, alle residenze, a opportunità di visibilità, ingaggio e sviluppo artistico. Di seguito troverete i principali benefici offerti, per comprendere appieno le opportunità disponibili e massimizzare il coinvolgimento nella rete.

Quando l’ensemble ha un impegno lontano da casa (masterclass, concorsi, concerti o studio), invia a Le Dimore del Quartetto una richiesta, con almeno due mesi di anticipo, per essere ospitato gratuitamente in una Dimora della rete, per un periodo massimo di una settimana (6 notti). In cambio dell’ospitalità, i musicisti offrono un concerto ai proprietari durante il periodo di residenza. 
In questa economia circolare, le dimore diventano una risorsa preziosa per gli ensemble, e viceversa.  Si creano occasioni di incontro avvicinando un nuovo pubblico alla musica da camera.  

Le Dimore del Quartetto sono una piattaforma di sostegno, sviluppo e lancio importante per quartetti e trii. Attraverso una rete di oltre un centinaio di collaborazioni, l’impresa sociale offre opportunità concrete di ingaggi attraverso:

PROGETTI DI CIRCUITAZIONE
Le  Dimore del Quartetto  si impegna nello sviluppo di progetti volti a facilitare la circolazione e l’ingaggio di musicisti attraverso l’organizzazione di concerti aperti al pubblico. Questi sforzi mirano a incrementare la visibilità e le opportunità di crescita professionale per i gruppi musicali coinvolti. Attraverso la rete, esiste la possibilità di essere selezionati per partecipare al Festival Musica con Vista organizzato in collaborazione con il Comitato AMUR, per i concerti del ciclo Archipelago Venezia alla Fondazione G. Cini e Archipelago Cremona al Museo del Violino A. Stradivari, o molti altri progetti.

SOCIETÀ PER CONCERTI
Collaboriamo con società per concerti, festival, enti privati e pubblici in tutto il mondo, la nostra direzione artistica seleziona gli ensemble della rete adatti a ogni specifica occasione rispondendo alle richieste in modo sartoriale.
Gli ensemble della rete possono dunque essere selezionati per proposte di concerti con cachet per società per concerti.

PREMI E RICONOSCIMENTI
Ogni anno, Le Dimore del Quartetto seleziona gli “ensemble dell’anno”. I premi includono l’organizzazione di concerti per enti concertistici, borse di studio, progetti discografici, set di corde e molto altro.

Una delle principali direttrici d’azione de Le Dimore del Quartetto consiste nell’impegno nell’ambito dell’Alta Formazione. Questo si traduce concretamente nell’offerta di corsi di alta qualità gratuiti, nell’agevolazione dell’accesso alla formazione mediante l’organizzazione di residenze, nonché nella possibilità di ottenere agevolazioni per l’accesso a masterclass. Tali iniziative testimoniano l’impegno de Le Dimore del Quartetto nel promuovere lo sviluppo professionale degli ensemble attraverso un approccio formativo solido e accessibile.

FORMAZIONE

Espresso Masterclass è una masterclass intensiva di 3 giorni con Maestri internazionali. Gli ensemble della rete de Le Dimore del Quartetto, selezionati dalla Direzione Artistica,  partecipano su borsa di studio. Nell’ambito della masterclass si svolgono concerti e prove aperte alla comunità locale.

RISORSE DIDATTICHE

 MUSA – European young MUsicians soft Skills Alliance è un progetto europeo di formazione professionale dedicato a giovani quartetti d’archi e volto a sviluppare conoscenze, abilità e competenze imprenditoriali fondamentali per la loro carriera.
Il progetto ha permesso di sviluppare un Handbook e Lecture Notes con tutti i contenuti della formazione accessibili alla rete.

ACCESSIBILITÀ

Attraverso la nostra rete gli ensemble hanno l’opportunità di ridurre i costi di partecipazione alle masterclass in grandi città come Madrid o Parigi,  mediante l’organizzazione di residenze.
Inoltre, grazie ai nostri partenariati, i musicisti possono beneficiare dell‘esenzione dal pagamento della tassa di iscrizione-esame ai corsi e seminari estivi dell’Accademia Chigiana di Siena, contribuendo così alla loro crescita e al loro sviluppo professionale senza oneri finanziari aggiuntivi.

Le Dimore del Quartetto supporta gli ensemble della rete offrendo la possibilità di avviare comodati d’uso gratuiti di strumenti tramite la rete di The String Circle e la collaborazione con Collezioni Private.

THE STRING CIRCLE
The String Circle è una rete diffusa di liutai e archettai che mette in connessione l’eccellenza dell’arte liutaia con la nuova promettente generazione di musicisti: il progetto riunisce liutai e archettai, selezionati in collaborazione con il Museo del Violino A. Stradivari, la Fondazione Cologni e la Michelangelo Foundation, tra i vincitori di prestigiosi premi, in un network internazionale di botteghe e atelier che forniscono strumenti in comodato d’uso e servizi di qualità ai musicisti della rete Le Dimore del Quartetto, con la possibilità di acquistare eventualmente gli strumenti a condizioni economiche agevolate al termine dell’esperienza.
Le botteghe artigiane sono segnalate su una mappa interattiva che ne facilita
la localizzazione, creando una collezione diffusa a disposizione dei giovani artisti.     
LE COLLEZIONI PRIVATE
• Fondazione Antonio Carlo Monzino
• Collezione Adriana Verchiani Farulli
• Collezione Famiglia Cosimo Bisiach
• Collezione Domenica e Giulia Regazzoni

Scopri di più su www.thestringcircle.eu

Le Dimore del Quartetto si impegna nello sviluppo di iniziative che portano ensemble della rete nelle scuole, istituti penitenziari e contesti di esclusione sociale. Queste iniziative mirano a promuovere l’accessibilità e l’apprezzamento della musica classica tra un pubblico diversificato, contribuendo così alla sua diffusione e alla sua valorizzazione come strumento di inclusione e trasformazione sociale; e al contempo sono volte ad accrescere il bagaglio di esperienza dei musicisti che affrontano nuove tematiche e imparano a coinvolgere un pubblico specifico, sviluppando nuove competenze. Si tratta di attività che prevedono un cachet ma sono svolte in orari diversi da quelli della tradizionale attività concertistica.

  • NELLE SCUOLE

ABITO, La cultura e scuola per una cittadinanza consapevole

in collaborazione con il Comune di Milano, Equaly e Italia Music Lab, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Il Museo Teatrale alla Scala e la Triennale Milano Teatro.

DOREMILANO, Alla scoperta del patrimonio culturale attraverso la musica, in collaborazione con Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano, la Casa di Riposo per Musicisti Fondazione Giuseppe Verdi – ETS e di Villa Arconati – FAR,  Fondazione Antonio Carlo Monzino, Forme Connesse, M°  Ramadori Leonardo e Fondazione Laureus Italia ETS.

  • IN CARCERE

MUSICA E PAROLE, un momento di riflessione che alterna momenti di musica alle riflessioni dei detenuti della Casa di Reclusione di Opera, Milano.
In collaborazione con il laboratorio Leggere Libera-Mente dell’Associazione Culturale Cisproject. 

  • IN CONTESTI INFORMALI

BACKSTAGE CONVERSATIONS, dialoghi informali con artisti di altri mondi musicali per abbattere pregiudizi e creare ponti fra generi musicali apparentemente opposti.

In aggiunta alle attività precedentemente elencate, Le Dimore del Quartetto fornisce una vasta gamma di benefici che integrativi mirano a sostenere i musicisti nella loro crescita professionale e nel raggiungimento dei loro obiettivi artistici.

VISIBILITÀ

Valorizzazione e promozione degli ensemble della rete attraverso una comunicazione mirata e strategica su diversi canali, inclusi la pagina web aziendale, i social media, piattaforme specializzate e progetti collaborativi. Questo impegno nella comunicazione mira a aumentare la visibilità e le opportunità di sviluppo professionale per i membri della comunità musicale associata a Le Dimore del Quartetto.

CONSULENZE 

Le Dimore del Quartetto fornisce consulenze personalizzate e supporto dedicato ai musicisti della sua rete per lo sviluppo di progetti musicali e la scrittura di bandi a prezzi agevolati. Attraverso questo servizio, gli artisti possono ricevere assistenza professionale nell’ideazione, nella pianificazione e nell’implementazione dei loro progetti, contribuendo così al loro successo e alla loro realizzazione.

CONVENZIONI E SELEZIONI

Tra gli ulteriori benefici offerti dalla rete, si includono accessi agevolati a progetti di registrazione con la casa discografica Da Vinci Publishing®, la possibilità di essere nominati come ensemble candidati al prestigioso premio Borletti Buitoni Trust e la selezione degli ensemble per il premio Filippo Nicosia. Inoltre, i membri della rete hanno la possibilità di ottenere borse di studio attraverso una selezione operata dalla Direzione Artistica, offrendo così supporto e riconoscimento agli artisti impegnati nel settore musicale.

COME FARE PARTE DELLA RETE DE LE DIMORE DEL QUARTETTO

Per fare richiesta di partecipazione, è necessario inviare  a artistic.coordinator@ledimoredelquartetto.eu:
• curriculum artistico
• video e/o registrazioni dell’ensemble
• eventuale link al vostro sito e/o canale YouTube

La candidatura verrà valutata dal direttore artistico de Le Dimore del Quartetto, M° Simone Gramaglia. 

L’adesione si rinnova tacitamente su base annuale, ma è possibile scegliere di non rinnovare l’adesione in qualsiasi momento. 

La quota annuale non è rimborsabile.

La quota annuale prevede tre livelli: 

MODERATO

Quartetti e Trii
€244 all’anno
(€200 + IVA 22%)

ALLEGRO

Quartetti e Trii
€732 all’anno

(€600 + IVA 22%)

VIVACE

Quartetti e Trii
€976 all’anno

(€800 + IVA* 22%)

le residenze

Quando l’ensemble ha un impegno lontano da casa (masterclass, concorsi, concerti o studio), invia a Le Dimore del Quartetto una richiesta, con almeno due mesi di anticipo, per essere ospitato gratuitamente in una Dimora della rete, per un periodo massimo di una settimana (6 notti). In cambio dell’ospitalità, i musicisti offrono un concerto ai proprietari durante il periodo di residenza. 

In questa economia circolare, le dimore diventano una risorsa preziosa per gli ensemble, e viceversa.  Si creano occasioni di incontro avvicinando un nuovo pubblico alla musica da camera.  

Le Dimore della nostra rete sono Dimore storiche, ma non solo. Sono case che hanno una storia da raccontare, gestite da proprietari dinamici e curiosi di sperimentare. Con oltre 300 dimore, da case private e abitate quotidianamente a seconde case di villeggiatura, passando da strutture ricettive con produzioni agricole, la rete sostiene il patrimonio culturale e i migliori talenti musicali che si avviano alla carriera riportando la musica da camera nei luoghi per cui è stata concepita. Attraverso questo scambio, la dimora si riveste di energie nuove, valorizzando la sua storia e la bellezza dei territori, e diventando un riferimento culturale per la comunità locale.

Le Dimore possono trovarsi in città e in luoghi decentrati, e sono: Dimore storiche, ville, castelli, palazzi, aziende agricole, abbazie, chalet, strutture ricettive, appartamenti, ambasciate, istituti di cultura, fondazioni, atelier di liuteria, foresterie e residenze universitarie.

Le Dimore della rete, oltre ad ospitare gli ensemble per più giorni, possono essere utilizzate come:

  • Spazi per prove
  • Spazi di registrazione
  • Spazi per shooting fotografici
  • Spazi per esplorare un repertorio con un compositore
  • Spazi per ospitare tournée nelle dimore storiche

Le richieste di residenza devono pervenire al team tramite la compilazione del form dedicato, con un anticipo di almeno due mesi. Le richieste arrivate con un preavviso inferiore ai due mesi non verranno prese in considerazione.

Le residenze sono dedicate ai musicisti della rete de Le Dimore del Quartetto.
Nessun’altra persona può partecipare alle residenze (familiari, amici, agenti, animali domestici o altro).
Su richiesta possono essere coinvolti compositori, musicisti o trainer per esigenze artistiche specifiche. 

I trasporti sono organizzati in autonomia e con le proprie risorse dagli ensemble che richiedono la residenza.
L’utilizzo dei soli mezzi pubblici può comportare l’esclusione di alcune dimore. 

Il team de Le Dimore del Quartetto lavorerà per trovare la soluzione migliore per l’ensemble che richiede una residenza, tuttavia la disponibilità delle dimore non può essere garantita.

Il concerto di restituzione è organizzato durante le giornate della residenza, compatibilmente con gli impegni dei proprietari della dimora e dell’ensemble.

L’ensemble propone al team de Le Dimore del Quartetto il programma musicale del concerto di restituzione, che deve essere approvato dal direttore artistico. Il programma ha una durata di circa 50 minuti.
Il programma musicale è di norma composto esclusivamente di opere musicali di pubblico dominio; l’eventuale esecuzione di opere musicali protette nonché l’eventuale utilizzazione, anche parziale, da parte dell’ensemble di materiali musicali, letterari, audiovisivi, coreografici protetti o di immagini di terzi non è consentita senza il preventivo consenso scritto de Le Dimore del Quartetto.

Il concerto di restituzione può essere privato o aperto al pubblico, a discrezione della Dimora che ospita la residenza ed il concerto. 

SCOPRI COME FUNZIONA L’ORGANIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA